Temi che tuo figlio soffra di displasia dell’anca, deambulazione a punte in dentro o altre patologie ortopediche?
Vuoi prevenire malattie o traumi che potrebbero colpirlo da adulto?

Rivolgiti al Dott. Alessandro Martinelli, Specialista in Ortopedia e Traumatologia Pediatrica.

Se c’è una cosa a cui due giovani genitori fanno molta attenzione, è la salute del proprio bambino.

Certo, alcuni sono più apprensivi di altri, ma tutti sono pronti a cogliere piccoli o grandi segnali di un disagio, un disturbo o una vera e propria malattia.

Un Ortopedico solo e soltanto per piccoli pazienti

Parliamo ad esempio della displasia dell’anca. È congenita e può riguardare i neonati o i bambini molto piccoli. Di norma è completamente asintomatica, ma può condizionare il futuro di tuo figlio.

Oppure, pensa al ginocchio valgo e varo, due condizioni che possono essere trattate da bambini o da adulti.

Nel primo caso i risultati a lungo termine sono molto buoni; in età adulta, invece, la cartilagine articolare è già compromessa e la guarigione è meno probabile.

Pensa, infine, al piede piatto, una particolare conformazione piuttosto comune tra i bambini piccoli, che generalmente si corregge spontaneamente tra gli 8 e i 9 anni di età.

Ma quando questo non accade, possono verificarsi conseguenze come alluce valgo, dita a martello, fasciti plantari, metatarsalgie, e non solo…

Ecco perché è importante fare attenzione ad ogni minimo segnale e, soprattutto, rivolgersi a chi non si occupa di adulti, ma solo e soltanto di piccoli pazienti.

Perché scegliere il Dott. Alessandro Martinelli?

Mi presento: sono il Dott. Alessandro Martinelli, un medico esperto che si è formato in ospedali e reparti esclusivamente rivolti all’Ortopedia pediatrica: ho lavorato nella divisione di Ortopedia Pediatrica dell’Hospital for Special Surgery di New York e nel reparto di Ortopedia Pediatrica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Ma, soprattutto, ho fatto un’esperienza di fondamentale importanza all’Hospital for Sick Children (sickkids) di Toronto.

Sono l’unico specialista italiano che ha una fellowship (ovvero una borsa di studio concessa ai laureati per lavori di ricerca) in Ortopedia Pediatrica effettuata in un centro nord americano e ho deciso di condividere le mie conoscenze con tutti quei genitori che adesso sono in apprensione per la salute del loro bambino.

Al di là di nomi e qualifiche, ti stai forse chiedendo perché dovresti prenotare una visita.

A differenza della maggior parte dei Chirurghi Ortopedici, specializzati in patologie e traumi dell’adulto, io mi occupo solo di bambini e ragazzi. Da piccolissimi pazienti di pochi mesi a ragazzi di 16 anni. Nella sala d’attesa del mio studio ci sono soltanto bambini con i loro genitori, consapevoli che uno specialista è più preparato e conosce meglio i bambini rispetto a un medico per tutti.

L’esperienza con tanti giovanissimi pazienti e con i loro genitori mi ha portato a usare sempre i toni giusti nella prima accoglienza, nella visita e nell’eventuale percorso di cura da portare avanti.

Le patologie ortopediche dei bambini sono sottovalutate. In certi casi, non vengono addirittura riconosciute. Ma questo può portare a un alterato sviluppo articolare e ad altri problemi gravi, importanti durante l’età giovane adulta. Problemi che non sarà possibile curare col riposo o un tutore!

L’Ortopedico Pediatrico non agisce sul sintomo, ma sulla causa che lo origina.
Infatti, lo sviluppo dell’Ortopedia dal ‘900 ad oggi è stato notevolissimo, ma ha riguardato soprattutto trattamenti, tecniche, dispositivi impiantabili che intervengono sui sintomi della malattia o del trauma quando sono già evidenti (in pazienti adulti o anziani) e non in ottica di prevenzione e di cura della causa.

Prevenire molto spesso è più difficile che curare, eppure è fondamentale. Prevenire richiede la capacità di cogliere i minimi segnali che un genitore, per quanto attento, potrebbe ignorare o confondere con normali comportamenti. Richiede disponibilità da parte dello stesso bambino, che cerco sempre di mettere a proprio agio. Richiede, soprattutto, volontà di scegliere oggi stesso, con lungimiranza, ciò che è bene per il proprio figlio, senza aspettare che sia lui stesso a scontrarsi con dolore, difficoltà di movimento o altri fastidiosi sintomi in età adulta.

Pensa oggi al suo domani

Il mondo corre alla velocità della luce e siamo tutti presi, ogni giorno, da mille cose da fare. Quando nasce un figlio, però, cambia tutto. Non ci sentiamo più l’unico centro del nostro mondo, ma compiamo ogni scelta in funzione della sua crescita e dell’intera famiglia.

Quindi, se noti qualche segnale che ti preoccupa o vuoi semplicemente maggiori informazioni sulla salute muscolo-scheletrica del tuo bambino, contattami.

Mi trovi a Trento, al Centro Equilibrio, in Via Antonio Detassis, 47, a Bolzano, alla Cityclinic, in Via Waltraud-Gebert-Deeg, 3/G e a Verona, allo Studio Medico Santa Lucia in Via Filippo Brunelleschi, 1

Un video di approfondimento

Inserisci i tuoi dati e riceverai il video di approfondimento che risponderà alle tue domande sulla displasia dell’anca nei bambini e sulla prevenzione delle malattie ortopediche


    © 2022 Copyright – Alessandro Martinelli, P.IVA: IT 02083720223 – Sito creato da Marketing Medico